Villarosa

Giovedì, 19 Ottobre 2017 11:01

Sud - Arte & Design

Al via il nostro progetto di start - up di imprenditoria artigianale a Villarosa: migranti e villarosani per rilanciare l'economia locale. 

Amichevole dove sono scesi in campo ragazzi accolti nelle tre diverse realtà di accoglienza presenti a Villarosa: Don Bosco 2000, Comunità Sorriso e Ass. Alveare onlus. Il 3 ottobre tutti insieme in occasione della " Giornata Nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione".

Mercoledì, 11 Ottobre 2017 08:02

Settimana di eventi

Una settimana di eventi per commemorare le vittime dell'immigrazione nei nostri centri di accoglienza e di integrazione a Catania, Aidone, Piazza Armerina e Villarosa.

Martedì, 10 Ottobre 2017 09:47

Orto Sociale

Alcuni ragazzi ospiti nel Centro, guidati dall'operatrice Adriana, imparano a valorizzare i prodotti biologici dell'Orto Sociale, preparando una conserva con pomodori appena raccolti.

Stamattina operatori e ragazzi accolti nel Centro incontrano alunni e docenti dell'ist. comprensivo V. De Simone, creando un momento di dialogo nel "ricordo delle vittime dell'immigrazione": recita di poesie di autori africani, momenti musicali, proiezione di filmati sulla tragedia di Lampedusa del 2013. A conclusione presentazione del Progetto di cooperazione in Senegal quale esempio concreto di supporto allo sviluppo economico dei Paesi d'origine dei migranti.

Stamattina presso il Centro di Villarosa, l'equipe incontra tre rappresentanti dell'Easo , l'Ufficio europeo per il sostegno dell'asilo che hanno illustrato il loro "Programma di relocation dei richiedenti protezione internazionale" : un intenso momento di scambio e d'informazione sulla tematica dell'accoglienza e sulle reali opportunità legislative a favore dei migranti in Italia, viste in un'ottica più ampiamente europea.

Don Bosco 2000 - Villarosa - Sicilia.

Pomeriggio all'insegna del divertimento e della socializzazione per tre squadre di nostri ragazzi che hanno partecipato ai "Giochi senza frontiere" organizzati dall "'Ass. Villapriolo nel cuore " in collaborazione con l' Avis di Villarosa, in occasione dei festeggiamenti patronali nella frazione di Villapriolo. #integriamo

Mercoledì, 16 Agosto 2017 07:35

Rigenerazione urbana e cittadinanza attiva

Gli Sprar di Aidone e Villarosa lanciano gli orti sociali a sostegno delle famiglie bisognose

Buone Storie & Buone Prassi, News

Ridare vita a spazi abbandonati, sostenere le famiglie bisognose e promuovere la coltivazione di prodotti a chilometro zero attraverso la collaborazione tra rifugiati e cittadini. Così si potrebbe sintetizzare il progetto “Orti sociali” lanciato dallo Sprar del Comune di Aidone e di Villarosa, in provincia di Enna. L’iniziativa nasce su proposta dell’area politiche sociali dell’amministrazione locale che ha messo a disposizione un vasto spazio verde e due beni confiscati alle mafie.
“L’iniziativa permetterà, grazie alla collaborazione dei richiedenti asilo ospiti dello Sprar, la riqualificazione di una vasta zona attigua alla villa comunale fino ad oggi abbandonata”, racconta la responsabile del progetto.
Non solo rigenerazione urbana, il progetto punta a favorire anche la nascita di una vera e propria rete di relazione a sostegno delle famiglie più bisognose. Sui terreni concessi dal Comune vengono coltivati infatti frutta e ortaggi destinati alle famiglie e alle persone in condizioni di disagio economico e sociale.
I rifugiati e richiedenti asilo dello Sprar, assieme agli studenti delle scuole locali, agli anziani, alle persone con disabilità, con il supporto e il coinvolgimento di imprese private e delle associazioni del territorio, hanno seguito dei corsi di formazione sulle tecniche di coltivazione secondo i principi dell’agricoltura biologica.
“Gli ospiti dello Sprar potranno così spendersi per la collettività ospitante contribuendo alla produzione di prodotti alimentari che serviranno a sostenere le famiglie locali e i soggetti in stato di bisogno e in difficoltà economica”.
Quella degli orti sociali è un’iniziativa che guarda all’intera comunità locale con particolare attenzione ai più giovani: “Vogliamo coinvolgere soprattutto scuole elementari e medie nelle attività dell’orto come veicolo per sensibilizzare sul tema dell’accoglienza. Una importante occasione sarà quella della Giornata mondiale del rifugiato (ndr che si celebra ogni anno il 20 giugno) in cui apriremo le ‘porte’ dello Sprar alla cittadinanza”, spiega la responsabile del progetto.
Tra le attività in programma anche la consegna a domicilio dei vari generi alimentari come “strumento di contrasto al fenomeno della disgregazione ed dell’esclusione sociale”. Inoltre, proprio perché si tratta di un progetto a vantaggio dell’intera collettività, è prevista anche la divisione in particelle dei terreni disponibili da affittare ciclicamente a privati cittadini ai quali, stagionalmente, spetterà parte del raccolto coltivato dai rifugiati e richiedenti asilo. Un progetto che guarda da un lato all’integrazione e alla conoscenza reciproca tra cittadini e rifugiati ma dall’altro sperimenta un welfare community che punta a mettere in moto un ciclo produttivo solidale per ridare vita ad aree abbandonate coinvolgendo le fasce di popolazione più vulnerabili.

Dal Rapporto annuale dello Sprar – Atlante 2016

 

http://www.sprar.it/storie-buone-pratiche/rigenerazione-urbana-e-cittadinanza-attiva-lo-sprar-di-aidone-e-villarosa-lanciano-gli-orti-sociali-a-sostegno-delle-famiglie-bisognose

Don Bosco 2000 - Villarosa - Sicilia.

In occasione della tradizionale Fiera Villarosana di Agosto abbiamo collocato uno stand in Piazza Vittorio Emanuele per promuovere il brand di prodotti in stoffa africana, realizzati interamente a mano dai ragazzi accolti nei Centri di Villarosa e Piazza Armerina. #integriamo

Don Bosco 2000 - Villarosa - Sicilia.

In onda su RaiNews 24 il servizio girato presso la comunità di Villarosa ubicata in localiconfiscati alla mafia.

 

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it