Presentazione

GIO’ SOCIAL HOUSE

Sabato 4 luglio è stata inaugurata la GIO’ SOCIAL HOUSE, alla presenza delle istituzioni locali e delle figure di spicco del mondo salesiano. La Giò Social House è ubicata in via Garibaldi 63 a Piazza Armerina nella splendida struttura dell'ex Cinema Plutia, di proprietà dell’opera Pia Carmela Trigona Geraci che ha concesso all’Associazione Don Bosco 2000 l’affitto dei locali. Il progetto nasce dall’esigenza di uno spazio socio-culturale e nel contempo ricreativo, capace di contenere circa un centinaio di persone comodamente sedute, capace di promuovere opportune e differenti attività di partecipazione attiva e collettiva racchiuse in un’unica struttura, capace di promuovere occasioni di crescita e divertimento per giovani e adulti. L’obiettivo di Giò Social House è stato in una prima fase la ristrutturazione dell’ex cinema Plutia, che ha svolto un ruolo storico per la città dei mosaici e che versava da anni in condizioni di abbandono. Durante le prime settimane, la rinnovata struttura svolgerà la funzione di sala di proiezione cinematografica con annesso un bar e un servizio di ristorazione per lo svolgimento di serate a tema. L’idea di fondo è quella di creare uno spazio di aggregazione polifunzionale atto a garantire diverse iniziative quali cinema con proiezione di film in uscita, cineforum, iniziative culturali, manifestazioni e feste, laboratori artistici, stage e seminari di vario genere, incontri/seminari su temi di attualità e di interesse generale. Oltre alla proiezione cinematografica, la struttura si pone come luogo atto ad aggregare soprattutto soggetti di giovane età che già frequentano l’adiacente oratorio salesiano e altre categorie di soggetti vulnerabili afferenti alla struttura salesiana quali il centro di accoglienza per migranti. La struttura polifunzionale – culturale, se debitamente organizzata, può rappresentare un’occasione preziosa anche per offrire opportunità di visibilità a giovani artisti che faticano a trovare spazi per l’esposizione delle proprie creazioni. In particolare, si prevede di realizzare iniziative di approfondimento e studio della musica etnica o tradizionale ed anche proiezione di film ed incontri a tema nei quali possa essere affrontata la promozione delle ricchezze artistico-culturali del territorio e dell’integrazione per sensibilizzare e favorire il rispetto della diversità. Ma perché nasce Giò Social House? “Uno dei motivi per cui ho voluto creare Giò Social House è che noi siamo fortemente legati a questa struttura e riuscire ad attivarla è stata per tutti noi dell’associazione Don Bosco 2000 una grande soddisfazione. Quindi la prima motivazione è strettamente legata a ragioni del cuore – commenta l’architetto Agostino Sella, presidente dell’associazione Don Bosco 2000 – in secondo luogo vogliamo creare un luogo di aggregazione per sviluppare le potenzialità, soprattutto del mondo giovanile di Piazza Armerina. Alla base di tutto c’è stata la grande disponibilità concessaci dal consiglio di amministrazione dell’Opera Pia Trigona Geraci, presieduto dal Vescovo Mons Gisana, che attraverso un contratto di affitto di lungo periodo ci ha permesso di investire e di avere i crediti dalle banche per portare a termine la ristrutturazione”. L’inaugurazione è stata organizzata il 4 luglio con la realizzazione del musical DON BOSCO interpretato dai ragazzi dell’Oratorio Salesiano di Piazza Armerina, alla presenza del

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved.