I migranti di Pietraperzia a scuola dalle suore Figlie di Maria Ausiliatrice

La rete salesiana dimostra ancora una volta un grande spirito di solidarietà e sostegno ai giovani, attraverso la missione educativa di Don Bosco. Gli studenti questa volta sono i giovani migranti ospiti del centro di accoglienza di Pietraperzia, gestito dall’associazione Don Bosco 2000 dal febbraio 2018. Un’accoglienza diversa dal solito, visto che i giovani sono accolti presso una casa canonica messa a disposizione dalla diocesi. Tra i servizi offerti dall’associazione c’è anche la prima alfabetizzazione, che da qualche giorno viene gestita dalle suore FMA (Figlie di Maria Ausiliatrice). Dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12, i migranti vanno a scuola nell’istituto delle FMA di Pietraperzia, dove si trovano suore che nel corso della loro missione hanno insegnato presso tanti istituti salesiani in Sicilia. Tra le suore che si stanno prodigando per sostenere l’alfabetizzazione e l’istruzione dei migranti c’è anche suor Giuseppina Naro, insegnante d’italiano per circa 60 anni a Palermo, Messina, San Cataldo, Caltagirone e Catania. La matematica viene invece insegnata da suor Clelia Naro, anche lei insegnante negli istituti salesiani sicilani. “E’ per noi un grande onore avere la disponibilità delle FMA a gestire la scuola dei nostri ragazzi – dichiara Antonino Sella, coordinatore del centro di Pietraperzia - perché ora l’emergenza è sostenere i migranti e favorire la loro integrazione nel territorio, principalmente attraverso l’alfabetizzazione, che abbatte i muri e favorisce il dialogo. Il sostegno delle FMA è prezioso per noi, visto che condividiamo la stessa mission e siamo cresciuti grazie agli insegnamenti delle suore salesiane”. Il centro di accoglienza di Pietraperzia, a poche ore dalla sua apertura, lo scorso anno, è stato oggetto di un violento atta intimidatorio: colpi di arma da fuoco sono stati sparati durante la notte, terrorizzando gli operatori dell’associazione e i migranti, giovani in fuga dalla guerra e dalla violenza. A seguito di questo drammatico gesto, la società civile pietrina ha però reagito con grande forza a sostegno dell’integrazione dei migranti, dando un forte segnale contro ogni forma di violenza e discriminazione.

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved.