Piazza Armerina

Aspettando la visita del Santo Padre che sarà a Piazza Armerina sabato 15 settembre, iniziano le attività della nostra associazione e dell'Oratorio Salesiano per accogliere Papa Francesco lungo il percorso e poi in Piazza Falcone e Borsellino. Stiamo coordinando un gruppo di giovani provenienti da tante città d'Italia e da tanti paesi del mondo per dare un messaggio di pace e unità in un mondo sempre più diverso. Facciamo nostro il messaggio di Papa Francesco: "Accogliamo gli immigrati a braccia aperte: Cristo stesso ci chiede di accogliere i nostri fratelli e sorelle migranti e rifugiati con le braccia ben aperte". E ai giovani: "Siate protagonisti del bene!". 

Giovedì, 06 Settembre 2018 07:07

I migranti dello SPRAR: guide della mostra

Lo Sprar di Piazza Armerina presente alla mostra della Sony insieme ai ragazzi che svolgeranno il ruolo di guide della mostra. Un altro importante appuntamento in cui siamo presenti per dare un contributo all'integrazione dei migranti nella comunità che accoglie.

Continua la partecipazione dell’Associazione Don Bosco 2000 all’organizzazione degli eventi dell’estate piazzese – dichiara Samantha Barresi, coordinatrice dello SPRAR di Piazza Armerina – con una serie di iniziative ed eventi tra cui la degustazione di piatti della tradizione africana, a cura dei giovani migranti che sono in accoglienza presso il nostro centro “Ostello del Borgo”. Sabato 25 si è infatti svolta la degustazione dei piatti della cultura culinaria del Gambia, della Nigeria, del Senegal e della Costa d’Avorio, con un vasto menù a base di carne, pesce, verdure e dolci”. La degustazione è stata allestita lungo il corso della Via Garibaldi, in prossimità del civico 75, dove è già presente la mostra fotografica “… a casa loro”, che racconta la nostra missione in Senegal attraverso gli scatti artistici del fotografo freelance Mario Noto. 

Jazz d'estate a Piazza Armerina: dal 25 al 27 agosto torna il jazz per l'integrazione e l'antirazzismo in Via Garibaldi. L'intervista con Fabio Mariani, chitarrista di fama internazionale e Ninni Navarra, direttore artistico della manifestazione. Una 3 giorni di grande musica ed intrattenimento. L’evento, che accenderà di jazz, street food & beverage ed animazione la Via Garibaldi a Piazza Armerina, nasce dalla gemellaggio tra due manifestazioni jazzistiche che hanno portato artisti di primo piano nella città dei mosaici: Il GARIBALDI JAZZ STREET, che si è svolto l’estate scorsa durante gli eventi dell’agosto armerino e JAZZ IN BLACK, organizzato dall’Associazione Don Bosco 2000. Lo spirito della manifestazione è l’impegno sociale a favore dell'antirazzismo e dell'integrazione si concentra in tre serate in cui la musica jazz e la musica nera saranno le note portanti nella cornice delle vie del centro storico di Piazza Armerina.

Il grande jazz torna a Piazza Armerina: la rassegna estiva del jazz in Via Garibaldi oggi su LA SICILIA.

Nei giorni 25, 26 e 27 agosto si svolgerà una 3 giorni di grande musica ed intrattenimento. L’evento, che accenderà di jazz, street food & beverage ed animazione la Via Garibaldi a Piazza Armerina, nasce dalla gemellaggio tra due manifestazioni jazzistiche che hanno portato artisti di primo piano nella città dei mosaici: Il GARIBALDI JAZZ STREET, che si è svolto l’estate scorsa durante gli eventi dell’agosto armerino e JAZZ IN BLACK, organizzato dall’Associazione Don Bosco, entrambi gli eventi, come per questa Jazz Fest, vedono la regia di Ninni Navarra, auspicando di registrare l'entusiasmo e la grande partecipazione di pubblico registrato nella prima edizione e nell'edizione invernale di Jazz in Black. Lo spirito della manifestazione è l’impegno sociale a favore dell'antirazzismo e dell'integrazione si concentra in tre serate in cui la musica jazz e la musica nera saranno le note portanti nella cornice delle vie del centro storico di Piazza Armerina.

La manifestazione prevede l’allestimento di ben tre postazioni live che ospiteranno sei concerti, con inizio alle 21.00 e chiusura alle 01.00. Tra l’una e le due di notte si proseguirà con una suggestiva idea: dai balconi della struttura di accoglienza “Ostello del Borgo” che si affacciano sulla via Garibaldi, si terrà " Black Notes on the Windows ", esibizione di solo sax con Giovanni Di Giacomo e con la partecipazione dei Migrant Music Drums, una band di percussionisti composta da giovani migranti ospiti dei centri gestiti dall’Associazione Don Bosco 2000 che ha recentemente partecipato al concerto di Mario Incudine ad Aidone. La manifestazione prevede anche altri eventi paralleli, ad iniziare dalla Masterclass tenuta dal Maestro Fabio Mariani dal titolo "L'armonia, i criteri e gli stili d'improvvisazione nella musica moderna", prevista giorno 25, ed ancora la mostra su megascreen di diapositive fotografiche: "La Black Music", per tutti i 3 giorni sarà previsto un contest fotoamatoriale sul tema: “Colori ed emozioni ad una Jazz Fest", attraverso il quale il pubblico potrà postare sui social le foto dell’evento con l’hashtag #garibaldijazz2018. Le foto più belle verranno poi premiate da una giuria giorno 6 settembre presso la Galleria D'Arte Triskelion e lì verranno esposte. Nel corso del tre serate verranno allestiti spazi attrezzati per food & beverage con molti posti a sedere lungo la Via Garibaldi. Ai ragazzi della Don Bosco 2000 toccherà pure l'allestimento di una zona African Food dove si potranno degustare i piatti tipici della tradizione africana. L’evento nasce da una collaborazione tra lo SPRAR e il Comune di Piazza Armerina, per volontà dell’Assessorato al Turismo, e grazie a partner quali l’Associazione Tantenote, il Club Unesco di Piazza Armerina e la Galleria d’arte Triskelion. Una rete consolidata che punta al rilancio culturale della città, unendo le forze per la buona riuscita di un evento che già lo scorso anno ha visto una grande affluenza di pubblico. Il valore aggiunto alla festa della musica jazz è dato proprio dal messaggio a favore della multiculturalità e dell’antirazzismo. La direzione artistica è affidata a Ninni Navarra.

È aperta tutti i giorni dalle 16.00 a mezzanotte la mostra fotografica "...a casa loro" del fotografo Mario Noto in Via Garibaldi 75 a Piazza Armerina. 
Una suggestiva ed emozionante esposizione di foto che raccontano il viaggio in Senegal attraverso gli occhi dei senegalesi e i luoghi visitati durante una delle missioni di cooperazione allo sviluppo che stiamo realizzando nella regione di Tambacounda. Vi invitiamo a vederla per scoprire il lato umano di un paese africano che vive il dramma della migrazione forzata verso l'Europa a causa delle condizioni di estrema povertà in cui versa.

Anche oggi i ragazzi del nostro centro "Ostello del Borgo" hanno partecipato volontariamente alla pulizia della "scalinata dello zoppo"; nel centro storico della città, su richiesta dell'assessorato che sta bonificando il centro cittadino. Nell'ambito del progetto SPRAR, abbiamo coinvolto i giovani migranti nell'attività di mantenimento del verde pubblico, soprattutto in vista delle iniziative dell'agosto armerino. Il rispetto per il territorio che accoglie è il primo passo per garantire un buon percorso di integrazione nella comunità.
Lunedì, 13 Agosto 2018 09:31

Jazz in Black: summer version

Garibaldi Jazz Street e Jazz in Black summer si uniscono nella realizzazione di una tre giorni di festa, caratterizzata dall'impregno nel sociale a favore dell'antirazzismo e dell'integrazione, dove la musica jazz e la musica nera saranno le note portanti, unitamente alla bellezza del centro storico di Piazza Armerina, nello specifico della Via Garibaldi. 
Tre postazioni per ospitare sei concerti, che inizieranno alle ore 21.00 fino alle 01. 00, quando dai balconi dell'Ostello del Borgo che si affacciano sulla via Garibaldi, fino alle 02.00, si terrà una esibizione di solo sax con Giovanni Di Giacomo e con la partecipazione dei Migrant Music Drums. 
Durante la manifestazione è prevista il 25 una Masterclass tenuta dal M.tro Fabio Mariani: " l'armonia, i criteri e gli stili d'improvvisazione nella musica moderna" , 
nonchè un contest fotoamatoriale: " colori ed emozioni ad una Jazz Fest ". 
Per l'occasione nella stessa via saranno creati degli spazi food & beverage con molti posti a sedere.
Tutto questo ed altro per una festa di Jazz, allegria,colori ed emozioni .
Si ringraziano: SPRAR - COMUNE DI PIAZZA ARMERINA - ASSOCIAZIONE DON BOSCO 2000 - ASSOCIAZIONE TANTENOTE - CLUB UNESCO P. ARM. E LA GALLERIA D'ARTE TRISKELION, per collaborare per la buona riuscita della festa.

Si sono svolti nei giorni scorsi degli importanti eventi di sensibilizzazione ed integrazione organizzati dall’Associazione Don Bosco 2000 per creare un ponte tra i migranti accolti nei centri di Aidone e Piazza Armerina e il territorio che accoglie. 
Si è svolto ad Aidone l’evento “Anime migranti”, lo spettacolo che l’artista Mario Incudine sta portando in giro per l’Italia e che ha coinvolto un grande pubblico. Lo spettacolo ha raccontato con musica e parole la migrazione, come percorso di fratellanza tra i “vecchi e nuovi” migranti, un canto a più voci per raccontare il tempo attuale in cui le coste siciliane sono teatro di tragedie, di gommoni che non riescono a toccare riva e di mari divenuti ormai cimitero. Sul palco anche i migranti della Migrant Music Band, che si è esibita sul palco in un momento di percussioni insieme agli artisti del maestro Incudine. La comunità di Aidone ha sempre risposto positivamente alla presenza dei migranti, grazie anche al modello di accoglienza diffusa in cui i ragazzi vivono negli appartamenti della città invece del centro collettivo, favorendo quindi l’integrazione con la comunità locale. “Siamo felici di sostenere questo evento musicale, culturale e di sensibilizzazione, consapevoli che il linguaggio universale della musica Riace ad abbattere ogni barriera culturale e linguistica - dichiara la Dott.ssa La Cara, coordinatrice del centro SPRAR di Aidone – Dedichiamo l’iniziativa alle vittime della migrazione: ai morti nel deserto, nel Mediterraneo e non ultimi alle vittime della mafia del caporalato negli incidenti stradali del foggiano della scorsa settimana”.
Di grande spessore ed impatto anche la rassegna cinematografica Integra Film Fest dal’8 al 10 agosto, che per la prima volta ha portato sul grande schermo 3 film sul tema della migrazione, film pluripremiati che hanno affrontato con profondità l’attualissimo tema del viaggio dei migranti (Fuocoammare di Rosi), la vita dei giovani nei paesi africani di provenienza dei migranti (Il sole dentro di Bianchini) e le problematiche dell’integrazione in Europa (Welcome di Lioret). L’evento, organizzato nell’ambito del progetto SPRAR, è stato gestito insieme all’Assessorato Turismo e Spettacolo del Comune di Piazza Armerina e ha visto una grande partecipazione di pubblico con apprezzamenti positivi. Le proiezioni si sono svolte nel cortile dell’Ostello del Borgo, dove l’Associazione Don Bosco 2000 gestisce il centro SPRAR, allestito ad hoc per la rassegna. “Le tre proiezioni sono state precedute da momenti di riflessione ed esibizioni di ragazzi che hanno raccontato il loro viaggio verso l’Europa attraverso la poesia e la musica – dichiara la Dott.ssa Samantha Barresi, coordinatrice dello SPRAR – i ragazzi hanno incantato il pubblico piazzese con la storia sul naufragio dei migranti raccontato da Diawara Modi e la poesia “Il pianto del cuore” di Kande Maudo”. Presenti gli assessori Messina, Gallo e Vagone, a sostegno di un evento, quello del cinema all’aperto, che mancava da tempo nel comune di Piazza Armerina.

Consegnate oggi all'assessore Ettore Messina le botti che sono state decorate dai migranti ospiti del nostro centro SPRAR Ostello del Borgo. Le botti, realizzate nell'ambito del progetto "Strade di Sicilia", sono state collocate in Piazza Garibaldi per abbellire l'isola pedonale. Attraverso questi progetti i migranti contribuiscono al decoro del territorio che accoglie, rafforzando il senso di appartenenza alla comunità.

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it