Al via le work experience di Sud -Arte & Design a Torino

Un altro passo avanti per il progetto “Sud – Arte & Design” a Villarosa

Sono iniziate le prime work experience previste dal progetto “Sud – Arte & Design” che si sta realizzando in due beni confiscati alla mafia a Villarosa. Il progetto che vede capofila l’Associazione Don Bosco 2000 è stato cofinanziato da Fondazione con il Sud nell’ambito del bando “Beni Confiscati 2016” e prevede l’avvio di un’attività imprenditoriale nel settore della decorazione di accessori casa e abbigliamento. Nei mesi scorsi erano state ristrutturate le due villette confiscate alla mafia ed affidate all’Associazione Don Bosco 2000 con l’obiettivo di coinvolgere giovani inoccupati villarosani e migranti ospiti dei centri dell’associazione. La formazione di circa 30 giovani nel mese di giugno ha portato alla selezione di 8 giovani (migranti ed inoccupati) che sono stati divisi nei due settori della decorazione e stampa da una parte e della vendita dall’altra parte. Questa settimana sono partite le prime work experience nel settore della stampa digitale, elemento chiave per la riuscita del progetto. I 3 giovani sono attualmente a Torino, presso l’azienda “Tipografia Commerciale” azienda leader del settore della stampa digitale. Sono seguiti da un tutor del progetto, l’architetto Mauro Bonanno e da 3 tutor dell’azienda. L’attività delle work experience è necessaria per concretizzare le conoscenze e competenze fondamentali acquisite per l’inserimento professionale nello specifico settore. In questa fase i giovani avranno l’opportunità di verificare quanto studiato ed approfondito durante la fase della formazione. Gli obiettivi delle work experience sono l’apprendimento delle tecniche della grafica digitale e l’utilizzo dei macchinari impiegati nella grafica digitale. 
“Il nostro progetto ha due priorità strettamente legate tra di loro – dichiara Agostino Sella, presidente di Don Bosco 2000 - la legalità e l’integrazione, entrambi valori fondamentali che promuoviamo nelle nostre attività nel territorio. La nostra idea di coniugarle in un unico progetto è stata premiata dalla Fondazione con il Sud, che rappresenta uno dei principali enti finanziatori delle attività nel meridione. Siamo già a buon punto con la definizione del catalogo dei prodotti da realizzare e mettere in vendita. Il nostro nuovo brand si chiama Beteyà, che in lingua mandinga significa “bello e buono”, un nome scelto per rappresentare la qualità dei prodotti che stiamo realizzando unendo la cultura africana a quella europea”. Parallelamente alle work experience, è in dirittura d’arrivo la definizione del logo e del visual del nuovo brand, mentre è in corso di valutazione l’apertura di uno showroom a Villarosa, luogo dove si realizzerà l’attività di produzione, e di un negozio in un’area commerciale siciliana.

Oggi su LA SICILIA

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it

Please publish modules in offcanvas position.