I corridoi umanitari: sostenere la migrazione legale e dignitosa

In fuga dalla guerra e dalla povertà attraverso un percorso legale e dignitoso, contro le mafie della migrazione e la tratta di essere umani. 
Da Roma a Catania: sono arrivati questa notte nel nostro centro alla Colonia Don Bosco a Catania i 6 africani (5 eritrei e un sud sudanese) che sono stati portati in Italia dalla Comunità di Sant'Egidio grazie al progetto dei corridoi umanitari. Il presidente Agostino Sella e Cinzia Emanuela Vella, direttore generale, sono andati a prendere i ragazzi a Roma e dopo il lungo viaggio in pulmino sono arrivati alla comunità di Catania, dove sono stati accolti dagli altri ospiti del centro. Un grande abbraccio per i 6 giovani, in fuga dalle guerre e dalla povertà, alla ricerca di una vita dignitosa, senza dover passare l'inferno del viaggio e delle violenze in Libia. 
Il progetto dei corridoi umanitari prevede un corridoio per 500 persone ed è promosso da Sant’Edigio, dalla CEI e da Papa Giovanni e ci vede coinvolti grazie alla rete salesiana. L'ong VIS, in Etiopia, individua i ragazzi che devono arrivare in Italia, l’Scs pensa all’accoglienza ed all’integrazione in Italia ed il Cnos provvede alla formazione dei ragazzi. 
Un progetto pilota che è la nuova frontiera della migrazione regolare. Uomini, donne e bambini, con reali condizioni di disagio e bisogno che arrivano attraverso un canale legale in Italia per essere accolti ed integrati. 
Così si salvano le vite e si sconfiggono le mafie della migrazione.

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it

Please publish modules in offcanvas position.