Cooperazione allo Sviluppo

Dal 2016 abbiamo iniziato un progetto di cooperazione denominato “migrazione circolare” per creare opportunità di sviluppo nei villaggi di provenienza dei migranti.

Senegal
E’ nella regione senegalese di Tambacounda, nel cuore della savana, che nasce il progetto della migrazione circolare. Nel 2016 Seny Diallo, primo migrante circolare, ritorna nel suo villaggio d’origine, Wassadou, e attraverso la sua mediazione, iniziamo a cooperare con le istituzioni locali per creare start-up agricole: Wassadou, Netteboulou e Velingara Pont, villaggi poverissimi in cui realizziamo orti e pollaio per dare lavoro ai giovani dei villaggi, sfamare le popolazioni locali e fermare la migrazione forzata.
Scopri di più

Gambia
Nel 2018 iniziamo a porre le basi per il progetto di cooperazione anche a Kekuta Kunda, il villaggio di origine di Siaka. Come nei villaggi senegalesi, anche a Kekuta Kunda si avvia il progetto della start-up agricola, con la realizzazione dell’orto per creare opportunità lavorative ai giovani del villaggio e fermare la migrazione forzata.
Scopri di più

Mali
Nel 2020 si intraprende una missione esplorativa in Mali, anche in questo caso attraverso i migranti di ritorno del progetto della migrazione circolare. La caratteristica dell’intervento di cooperazione in Mali è la possibilità di un’azione di micro-credito per sostenere lo sviluppo imprenditoriale in alcune aree.
Scopri di più