Centro Giovanile

L'oratorio salesiano di Piazza Armerina, ubicato all'interno di un suggestivo ex convento di clausura, ormai laico dal 2001 è una realtà cittadina fortemente consolidata, ritrovo giovanile pomeridiano, un luogo di svago e di preghiera, connubio ideale per calcare le orme di Don Bosco, punto di riferimento dell'opera salesiana.
L'oratorio è un ambiente educativo come lo ha voluto e inventato Don Bosco. Egli desiderava che ogni opera salesiana si distinguesse per essere una casa che accoglie, che evangelizza e che educa alla vita nei suoi più vari aspetti: dalla cultura al teatro, dalla musica allo sport e al tempo libero. Spazi aperti, luoghi di ritrovo e di svago, chiesa, scuola, teatri, ma soprattutto...giovani, tanti giovani. Sono i giovani, infatti che animano l'oratorio e lo dimensionano secondo la loro allegria. A loro che vogliono iniziare un cammino di vita in allegria Don Bosco ha suggerito un sistema preventivo il quale è la carta magna di ogni ambiente educativo.
Il sistema è quello preventivo. Sembra una parola dura, invece è un sistema d'amore. Don Bosco amava ognuno dei ragazzi che entravano nei suoi spazi. E' stando con loro, vivendo con loro, giocando e studiando con loro, che pian piano li ha conosciuti più di ogni altro. Per la loro vita e per non lasciarli soli e renderli così onesti cittadini e buoni cristiani, Don Bosco inventò un sistema che consistesse nel prevenire, con proposte educative, che il ragazzo potesse fare esperienze negative di qualsiasi genere.
Seguendo dunque questi canoni ad oggi il nostro oratorio è promotore di decine di iniziative e cooperatore di molte associazioni per il sociale, che coinvolgono a 360° gli attori sociali del XXI secolo, dai bambini alle famiglie passando per i ragazzi ed i giovani, quest'ultimi considerati come il motore immobile del centro giovanile salesiano o come direbbe Don Bosco: “la buona stoffa ...”

Oggi una delegazione dell'associazione Don Bosco 2000 ha incontrato Sua Santità Papa Francesco a Roma. Un momento di grande intensità per il gruppo dei salesiani siciliani.
Oggi una delegazione dell'associazione Don Bosco 2000 ha incontrato Sua Santità Papa Francesco a Roma. Un momento di grande intensità per il gruppo dei salesiani siciliani. 
Ha avuto inizio ieri la missione esplorativa in Senegal, organizzata dall’associazione Don Bosco 2000, per verificare le condizioni necessarie per la realizzazione di progetti finalizzati allo sviluppo del territorio d’origine dei migranti. La delegazione, che resterà in Africa per due settimane, è formata da Roberta La Cara progettista dell’associazione, da Moussa Mbaye senegalese in Italia da 15 anni e rappresentante della cooperativa “la Senegalese”, da Seny Diallo, migrante sbarcato a Lampedusa nel 2013, oggi titolare di protezione umanitaria e mediatore linguistico dell’associazione Don Bosco 2000 e dal presidente Agostino Sella: "La missione esplorativa ha come obiettivo principale il coinvolgimento dei…
Wednesday, 26 October 2016 09:00

BAMBINI E MIGRANTI NEL PROGETTO "LIBRIAMOCI"

Guarda il videoservizio sull'incontro dei bambini della seconda elementare della scuola San Pietro a Piazza Armerina con un gruppo di giovani migranti. Nell'ambito del progetto del MIUR "Libriamoci", bambini e migranti sono stati impegnati in un laboratorio di attività manuali per realizzare un telo raffigurante l'Africa, colorato con le impronte delle loro mani e arricchito con frasi scritte dai bambini.
La manifestazione silenziosa e pacifica, organizzata dall'associazione Don Bosco 2000 il 03 ottobre in occasione della "Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione", ha come obiettivo i temi dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti. Circa 40 giubbotti salvagente saranno deposti in Piazza Generale Cascino davanti al monumento "Siate la valanga che sale" in memoria dei migranti, morti annegati, fuggiti dai loro Paesi a causa di guerre, persecuzioni e miseria, bel tentativo di raggiungere la meta di salvezza. Quello che cerchiamo di fare, é attirare l'attenzione sulle dimensioni del problema che abbiamo davanti.
Il prossimo 3 ottobre, in occasione della ricorrenza della GIORNATA NAZIONALE IN MEMORIA DELLE VITTIME DELLA MIGRAZIONE, la nostra associazione ha organizzato un programma di eventi di integrazione e sensibilizzazione: il cortometraggio LA VIAGGIATRICE, recentemente portato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, degustazione di vini, musica Jazz, lo spettacolo di sabbia, dibattiti sul tema della migrazione e tanto altro.La giornata è stata indetta dal Senato della Repubblica per ricordare non solo i 366 migranti morti nel terribile naufragio del 3 ottobre 2013 al largo delle costa di Lampedusa, ma l'associazione Don Bosco 2000 che gestisce i centri SPRAR di…
Wednesday, 24 August 2016 13:32

Accolta una famiglia in fuga dall'Eritrea

Oggi gli operatori dello SPRAR di Villarosa hanno accolto un gruppo familiare in fuga dall'Eritrea e composto da madre, padre e 4 bambini di 4 anni, 3 anni, quasi 2 anni e 3 mesi. Ad accoglierli la coordinatrice Dott.ssa Roberta La Cara, il mediatore linguistico-culturale Aly Traore e il supervisore della struttura di accoglienza Simone Fortunato. Lo staff dello SPRAR è pronto ad accogliere la famiglia che ha vissuto una terribile esperienza di fuga dal proprio paese a causa della guerra. Come è accaduto negli altri centri di accoglienza gestiti dall'associazione, anche la comunità di Villarosa si mobiliterà per sostenere…
Sabato 27 agosto presso la colonia Don Bosco, alla plaia di Catania si terrà la serata dei Vini, promossa dal VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo). Sommelier della FIS, (Fondazione italiana Sommelier) presenteranno i vini delle cantine siciliane e della cantina palestinese di Cremisan. I fondi raccolti serviranno a sostenere le attività del VIS che è presente con progetti di sviluppo in 40 paesi del mondo. Vi aspettiamo in Viale Kennedy 55. I Sommelier verranno coadiuvati dai migranti presenti nel centro di Primissima accoglienza gestito dall'associazione Don Bosco 2000.