Ragusa

L'accoglienza delle donne e dei loro bambini

La sede di Ragusa ospita il progetto SIPROIMI DS-DM “Vivere la Vita” per donne singole e mamme con figli al seguito.
Il progetto prevede una disponibilità di 18 posti. l centro è all’interno dello splendido convento in via Schininà, vicino all’Oratorio Salesiano di Ragusa.
Il team multiculturale di lavoro è composto dai nuovi colleghi ragusani Oriana, Rossella, Noemi, Daniele, Luigi, che si uniranno a Balde, Monica, Matteo e Greta, che coordinerà il nuovo centro.

FESTIVAL “UN PONTE TRA I POPOLI”RAGUSA 20 GIUGNO-23 LUGLIO Il centro di accoglienza del Progetto SAI dm/ds -Vivere la vita del Comune di Ragusa organizza una serie di iniziative dal titolo “Un Ponte tra popoli”: 4 serate volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e a far riflettere sul tema dell’immigrazione e dell’integrazione. Il progetto SAI dm/ds “Vivere la vita” accoglie donne sole, donne con minori o nuclei monoparentali, pertanto il festival “Un ponte tra i popoli” vuole essere un omaggio alla “donna”.Ancora oggi, in molti paesi la donna viene considerata l’ultimo anello della società e le si riservano spesso atteggiamenti di…
Nel centro SAI Vivere La Vita di Ragusa in cui accogliamo donne vulnerabili con bambini, la coordinatrice del progetto Greta Carapezza e l'educatrice Oriana Siracusa hanno incontrato Elisa Occhipinti dell’Associazione I Tetti Colorati per l’avvio del progetto Inside Aut per 3 delle nostre beneficiarie. Il progetto INSIDE AUT si propone di supportare i beneficiari di protezione internazionale durante il loro percorso di fuoriuscita dai servizi di accoglienza favorendone l’autonomia alloggiativa e promuovendone l’inserimento lavorativo e sociale.
In provincia di Ragusa prendiamo in consegna il nuovo progetto di accoglienza: questo il team multiculturale che prenderà in carico donne e bambini migranti i situazioni di grave vulnerabilità. 
A Ragusa, dopo l'inaugurazione si inizia a lavorare nel nuovo progetto SPRAR per donne e bambini!!! "Il nostro obiettivo è far bene il bene tra gli ultimi e gli abbandonati come diceva don Bosco. Donne migranti sole con bambini sono tra le categorie più fragili in assoluto. Siamo qua a Ragusa per questo. Per poter dare anche a loro la possibilità di integrarsi nella nostra società. Per poter dare ai piccoli bambini africani la possibilità di diventare tra qualche anno anche loro cittadini italiani ed europei": così Agostino Sella, presidente di Don Bosco 2000. Ora l'equipe multidisciplinare e multiculturale inizia…
Domani verrà inaugurato il progetto di accoglienza per donne e bimbi migranti a Ragusa. La messa sarà presieduta da Don Pippo Fallico SDB, nel rispetto delle norme ant-Covid. L'appuntamento è per venerdì 12 marzo alle 17:00 a Ragusa presso Suore del Sacro Cuore di Gesù, Istituto del SS.mo Redentore in Via Mariannina Schininà 186.
Iniziamo oggi nuova esperienza con l’apertura di un centro di accoglienza SPRAR per donne con i loro bambini a Ragusa.Proprio così abbiamo iniziato ben 10 anni fa, accogliendo donne migranti in situazioni di grave vulnerabilità con i loro bambini a Piazza Armerina. Oggi come nel 2011 metteremo in questo progetto tutta la nostra passione e il nostro amore. Diamo il benvenuto allo staff multiculturale che gestirà il centro di Ragusa: i nuovi colleghi ragusani Oriana, Rossella, Noemi, Daniele, Luigi, che si uniranno a Balde, Monica, Matteo e Greta, che coordinerà il nuovo centro. Già da ieri sono arrivate le prime…