Tambacounda (Senegal)

E’ nella regione senegalese di Tambacounda, nel cuore della savana, che nasce il progetto della migrazione circolare. Nel 2016 Seny Diallo, primo migrante circolare, ritorna nel suo villaggio d’origine, Wassadou, e attraverso la sua mediazione, iniziamo a cooperare con le istituzioni locali per creare start-up agricole: Wassadou, Netteboulou e Velingara Pont, villaggi poverissimi in cui realizziamo orti e pollaio per dare lavoro ai giovani dei villaggi, sfamare le popolazioni locali e fermare la migrazione forzata. 

Monday, 29 June 2020 09:51

STOP COVID-19 in Senegal

Siamo stati nel villaggio di Hamdalaye Pont per continuare a lavorare per la prevenzione del #Covid19 nei villaggi della regione di Tambacounda:- installati altri 2 contenitori per l'igiene delle mani;- distribuite le mascherine;- sensibilizzati insegnanti e studenti della scuola del villaggio.Il progetto è realizzato con il sostegno di Missioni Don Bosco ONLUS con il cooperante Fouiny Touré che opera da Tambacounda nel nostro progetto di cooperazione allo sviluppo. #stopcovid19 #prevenzione #salesiani
La missione a Velingara (Senegal) in 4 punti:- orti e pollai: dare cibo e lavoro alle famiglie- cure mediche: seguiamo le vaccinazioni per tutti i bimbi- la prevenzione Covid-19: distribuzione di mascherine e l'installazione di contenitori per l'igiene- la merenda col pane per i bambini del villaggio.I cooperanti senegalesi Seny e Amara garantiscono la continuità dei progetti, in attesa di poter tornare in Africa per avviare progetti simili anche in altri villaggi di Senegal, Gambia e Mali. #cooperazione #salesiani
Eccoli i senegalesi che lavorano nel pollaio che abbiamo realizzato a Velingara Pont (Senegal): Bintu (a sinistra), Amidou (al centro) e Aminata (a destra):?Bintou Camara,10 figli, classe 1983. È una donna instancabile, determinata e impegnata nel villaggio. Non si occupa solamente della famiglia, come tutte le donne di Velingara, ma tre volte alla settimana cucina volontariamente alla mensa scolastica. Molto entusiasta dell'orto realizzato da noi, ne ha creato uno tutto suo che cura insieme alla sua numerosa famiglia.?Amidou Sidibe, classe 1984, è un instancabile tuttofare. Ha costruito un forno all'interno del suo cortile e garantisce a tutto il villaggio il…
Eccoli i senegalesi che lavorano nel pollaio che abbiamo realizzato a Velingara Pont (Senegal): Bintu (a sinistra), Amidou (al centro) e Aminata (a destra):?Bintou Camara,10 figli, classe 1983. È una donna instancabile, determinata e impegnata nel villaggio. Non si occupa solamente della famiglia, come tutte le donne di Velingara, ma tre volte alla settimana cucina volontariamente alla mensa scolastica. Molto entusiasta dell'orto realizzato da noi, ne ha creato uno tutto suo che cura insieme alla sua numerosa famiglia.?Amidou Sidibe, classe 1984, è un instancabile tuttofare. Ha costruito un forno all'interno del suo cortile e garantisce a tutto il villaggio il…
Friday, 19 June 2020 06:54

Il lavoro nell'orto di Velingara Pont

Donne e uomini del villaggio sono impegnati nel lavoro dell'orto a Velingara Pont, il piccolo villaggio nella savana senegalese in cui abbiamo avviato un progetto per l'autosufficienza alimentare degli abitanti.Da diversi mesi è stato realizzato un grande orto con impianto di irrigazione, per creare opportunità di lavoro per le famiglie del villaggio e fermare il dramma della migrazione forzata di tanti giovani. Il lavoro continua ad essere molto duro, ma tutto il villaggio si è mobilitato per dare il proprio contributo.Con il supporto di CEI - Conferenza Episcopale Italiana e VIS Volontariato Internazionale per lo Sviluppo continuiamo a dare risposte…
Friday, 12 June 2020 16:21

L'orto di Netteboulou

A Netteboulou è tempo di raccolta nell'orto che abbiamo realizzato con il supporto di Missioni Don Bosco ONLUS.Un gruppo di donne e uomini ha finalmente la possibilità di sfamare le famiglie di questo villaggio poverissimo nella savana senegalese e di produrre anche ortaggi per la vendita nei vicini mercati.Solo così si ferma il dramma della migrazione forzata. Solo così si crea un'opportunità di sviluppo dignitoso per chi vive in questa zona poverissima dell'Africa.Appena l'emergenza Covid-19 ce ne darà la possibilità, saremo pronti a ripartire e continuare a realizzare altri orti e pollai per questi villaggi, non solo in Senegal (dove…
Al via un altro ciclo produttivo nel pollaio che abbiamo costruito a Velingara Pont con le numerose donazioni ricevute: - si creano opportunità di lavoro per i giovani senegalesi, fermando la migrazione forzata - si producono carni e uova per il fabbisogno alimentare del villaggio - si crea un surplus destinato alla vendita nei mercati vicini Grazie a tutti i sostenitori dei nostri progetti che ci permetteono di realizzare attività concrete per garantire una vita dignitosa ai giovani dei villaggi nella savana senegalese Seguiteci sul nostro sito www.donbosco2000.org.
Friday, 12 June 2020 07:56

Il lavoro negli orti in Senegal

A Wassadou e Velingara Pont (Senegal) e a Serekunda (Gambia) si continua a lavorare negli orti:- si creano opportunità di lavoro per i giovani senegalesi e gambiani, fermando la migrazione forzata- si producono ortaggi per il fabbisogno alimentare dei villaggi- una parte del raccolto viene destinato alla vendita nei mercati viciniGli orti sono gestiti dai migranti che dopo essere stati accolti nei nostri centri in Sicilia sono tornati nei loro paesi d'origine per aiutare altri giovani nei loro stessi villaggi.Vogliamo fermare il dramma della migrazione forzata con l'aiuto di Fafadi Seny e Alassan Boto Camara.Seguiteci sul nostro sito www.donbosco2000.org.
Page 1 of 9