Rassegna Stampa

Saturday, 05 September 2020 08:43

56 su 56 NEGATIVI AL TAMPONE

Per la gioia di chi ci vuole bene si comunica che ieri abbiamo sottoposto per sicurezza TUTTI gli operatori che lavorano nei centri di Don Bosco 2000 a tampone. Siamo risultati TUTTI NEGATIVI. Sono RISULTATI NEGATIVI ANCHE I 5 OPERATORI DI PIETRAPERZIA a cui verrà effettuato precauzionalmente un altro tampone (il terzo in una settimana) per ulteriore conferma. Ci dispiace per chi si è spinto verso conclusioni affrettate ma ormai ci siamo abituati. Noi andiamo avanti senza paura. I nostri centri continuano a funzionare nella massima sicurezza. Non dobbiamo perdere la lucidità in questi momenti dove spesso girano fake news…
“Bisogna dare un'alternativa a chi desidera fuggire...Basterebbe veramente poco: servono fatti non parole". È da questa consapevolezza che Seny, partito dalla Tambacounda in cerca di speranza, l'ha trovata anni e migliaia di km dopo, proprio nella terra da cui era fuggito. Prima il viaggio, poi l'incontro con l'associazione Don Bosco 2000 e la visione di un progetto sì ambizioso ma altrettanto necessario: la nascita degli "Orti del ritorno". La storia di chi sceglie di non arrendersi inerme alla realtà dei fatti ma sceglie di accendere un barlume di speranza. #accogliamo #sosteniamo
Oggi sul quotidiano LA SICILIA si parla della grande festa "Beteyà Color in the night"Venerdì 17 luglio il primo appuntamento delle 7 serate come i colori dell’arcobaleno che guardano e credono in un futuro migliore con l’obiettivo di coniugare arte, teatro, moda, musica e spettacolo.Un'iniziativa in nome dell’integrazione culturale tra le genti di qualunque etnia e religione in un’estate 2020 che dopo la grave emergenza sanitaria, nel rispetto delle normative di sicurezza post Covid, ha voglia di ritornare a vivere dando una mano a chi è meno fortunato. Questo l’obiettivo della manifestazione “Beteyà Color in the night”, promossa dalla Colonia…
Sulla rivista CREDERE, l'intervista a Gaia, che a 14 anni è già stata in Senegal 4 volte in missione con i genitori Agostino e Cinzia, rispettivamente presidente e coordinatrice di Don Bosco 2000 e impegnati nel progetto della migrazione circolare in Africa con i salesiani. Ha conosciuto i villaggi poverissimi da cui provengono i migranti accolti nelle strutture della nostra associazione in Sicilia.Nelle sue parole l'entusiasmo e la fiducia di una ragazza che ha le idee chiare sul suo futuro e sull'impegno per i giovani che hanno bisogno di aiuto.
La bella notizia della nascita di Sidra grazie al tempestivo intervento delle colleghe di Piazza Armerina è oggi su LA SICILIA."La nascita di Sidra in un momento di crisi mondiale come questo è un segno di speranza. Sidra è nata nella speranza battendo tutti i mali: rischiava di morire in grembo perché tutti si erano scordati di lei, rischiava di nascere con il COVID ed invece è nata sana come un pesce": così Agostino Sella, presidente di Don Bosco 2000.Samantha Barresi, coordinatrice del centro, ci tiene a ringraziare medici ed infermieri del reparto di ginecologia dell'Umberto I di Enna, per…
Tuesday, 21 April 2020 07:04

La "iena" LA VARDERA con noi ad Aidone

Domani la "iena" Ismaele La Vardera sarà con noi ad Aidone per la visione del suo film "Il sindaco, Italian Politics 4 dummies", con il successivo dibattito sul tema della #legalità. Oggi su LA SICILIA a cura di Marta Furnari.#beteya
Oggi su LA SICILIA l'articolo sull'evento di chiusura del progetto "Cinema & Colori", la rassegna cinematografica sui temi della multiculturalità e l'integrazione. "Da febbraio scorso abbiamo coinvolto tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Piazza Armerina - dichiara Gabriella Giunta, coordinatrice del progetto per Don Bosco 2000 - per parlare di crescita civile attraverso film di grande spessore artistico". L''evento, sostenuto dal MIUR e dal MIBACT, si è concluso con un incontro ricco di contributi, con la partecipazione del Dott. Santino Mirabella, magistrato presso il Tribunale di Catania, della professoressa Liliana Nigro, docente dell'Accademia delle…
Una rete neonazista è stata scoperta nel corso delle indagini legate all'atto intimidatorio perpetrato contro il centro di accoglienza straordinario che gestiamo tuttora a Pietraperzia. Era il febbraio 2018, a pochi giorni dall'apertura del centro. Da quel vile attentato è partita infatti un'indagine che ha rivelato l'esistenza di una strategia ben precisa di matrice neonazista che coinvolgeva un giovane di Piazza Armerina, già da noi denunciato.Un forte plauso va alle forze dell'ordine che non hanno sottovalutato la portata dell'atto intimidatorio e che sin dal primo momento hanno seguito con scrupolo e professionalità le piste sospette."Siamo allibiti di fronte alla svolta…
Page 1 of 10