La vicenda dell'aggressione al giovane gambiano Salife oggi sul quotidiano Avvenire

Aggredito un profugo dello Sprar. Era a Piazza Armerina col Papa


Sabato mattinata l’entusiasmo per l’arrivo di papa Francesco a Piazza Armerina, insieme agli amici dello Sprar gestito dall’Associazione Don Bosco 2000. Poi, la sera che si trasforma in un incubo.
Salife, un giovane gambiano di 19 anni, è stato infatti aggredito, picchiato e derubato del poco che possedeva da tre uomini, attualmente in via di identificazione presso la villa comunale, subendo contusioni in tutto il corpo e la rottura di due denti.
«Che questo gesto di alcuni balordi locali contro i più deboli arrivi il giorno della visita del Santo Padre dispiace ancora di più ha affermato Agostino Sella, presidente di 'Don Bosco 2000'. «Ci sentiamoci un po’ isolati nel combattere una battaglia sui diritti umani difficile e complessa –.
Tanti dicono di esserci vicini a parole, ma ci sono lontani con i fatti, purtroppo anche tra le istituzioni». 

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it

Please publish modules in offcanvas position.